L'allarme dell'IEA: le emissioni di CO2 verso il massimo storico nel 2023

Secondo l'Agenzia internazionale dell'energia le emissioni di CO2 raggiungeranno il massimo storico nel 2023 compromettendo l'obiettivo di contenere l'incremento della temperatura globale al di sotto di 1,5 gradi centigradi fissato dagli accordi sul clima di Parigi.



Secondo l'International Energy Agency, a partire dal secondo trimestre del 2021, i governi di tutto il mondo hanno stanziato circa 380 miliardi di dollari per misure sull'energia pulita come parte della loro risposta economica alla crisi del Covid-19.

Si tratta di circa il 2% del sostegno fiscale totale in risposta al Covid-19.


L'attuazione completa e tempestiva delle misure di ripresa economica annunciate fino ad oggi comporterebbe un aumento delle emissioni di CO2 a livelli record nel 2023, che continuerà a crescere in seguito, compromettendo lo scenario ritenuto necessario a rispettare l'obiettivo di un incremento della temperatura globale non superiore agli 1,5 gradi centigradi fissato dagli accordi sul clima di Parigi.


Dunque, i governi devono aumentare rapidamente la spesa e le azioni politiche per soddisfare gli impegni assunti a Parigi nel 2015 e per mettere il mondo sulla strada giusta per raggiungere le emissioni nette zero entro la metà del secolo.

Inoltre, con un maggiore investimento in favore delle fonti energetiche rinnovabili, si potrebbero generare importanti benefici economici ed occupazionali.


Nel giugno 2020, l'IEA, infatti, ha pubblicato una relazione sulla ripresa sostenibile, che ha definito un programma triennale di spesa energetica che i governi potrebbero seguire durante la progettazione dei loro piani di ripresa economica, al fine di creare posti di lavoro e ridurre le emissioni globali di CO2 legate all'energia.

La piena e tempestiva attuazione del Piano consentirebbe, inoltre, di salvare o creare circa 9 milioni di posti di lavoro nel periodo 2021-2023 e apporterebbe altri miglioramenti alla salute e al benessere dell'uomo.

8 visualizzazioni