• Claudio Ventura

Susanna Martucci: l'imprenditrice che rivoluziona il mondo del design con l'economia circolare

Aggiornamento: 29 ago

Susanna Martucci, fondatrice di Alisea Società Benefit certificata B-corp, crea e commercializza oggetti di design unici, realizzati con materiali di scarto recuperati e riciclati. Dal 1994, Susanna con il suo team, è stata in grado di dare valore a ciò che normalmente verrebbe considerato come rifiuto, attraverso la simbiosi industriale e l'economia circolare. Tra le diverse creazioni di Susanna è impossibile non citare "Perpetua" l'unica matita al mondo realizzata con grafite al 100% riciclata e l'unica matita prodotta in Italia.



Negli ultimi anni è sempre più frequente analizzare e studiare casi di successo relativi ad imprese che hanno fondato il loro business sulla sostenibilità e sull'economia circolare.

Nonostante ciò, intraprendere il percorso dello sviluppo sostenibile, non è, tuttora semplice e richiede competenza, conoscenza e soprattutto passione.

Immaginate di ritrovarvi negli anni '90, in cui il rifiuto era considerato come un problema da risolvere e come un costo per l'azienda, senza possibilità di valorizzare lo scarto.

In tale periodo storico, non favorevole al concetto di economia circolare, nasce Alisea Società Benefit certificata B-corp, l'azienda di Susanna Martucci che ha rinnovato profondamente il mondo del design.

Ecco che, in un contesto simile, il progetto Alisea appare ancor più innovativo e straordinario.



Alla scoperta di Alisea Società Benefit certificata B-corp: un business sostenibile "dalla culla alla tomba"


Susanna Martucci fonda Alisea Società Benefit certificata B-corp nel 1994, un'azienda capace di distinguersi e di affrontare la concorrenza cinese, portando sul mercato soluzioni innovative e non ordinarie.

Ma in che modo?

Susanna ebbe un'idea totalmente in controtendenza rispetto al periodo storico degli anni '90.

Decise, infatti, di produrre oggetti di design (da lei definiti "oggetti comunicanti"), made in Italy e unici, perché realizzati esclusivamente con materiali recuperati e riciclati.


Susanna cominciò, quindi, ad instaurare i primi contatti con i suoi clienti per mettere in pratica uno degli strumenti più importanti dell'economia circolare: la simbiosi industriale.

La simbiosi industriale consiste nel creare un nuovo tipo di economia basata sulla collaborazione e non più fondata esclusivamente sulla concorrenza e competizione.

Attraverso la simbiosi industriale, lo scarto di un'impresa può diventare una nuova risorsa per un'altra che opera in un diverso settore, evitando di estrarre nuove materie prime vergini e valorizzando i rifiuti.

In questo modo è possibile guadagnare dai rifiuti non compromettendo ulteriormente l'ambiente.


Nel corso degli anni Alisea Società Benefit certificata B-corp ha realizzato molteplici "oggetti comunicanti" secondo la filosofia della simbiosi industriale e dell'economia circolare tra i quali ricordiamo: vasi per i fiori, centri tavola e candele realizzati con cera d'api e bucce di pomodoro secche oppure una penna realizzata con i fanali delle automobili rottamate.

Insomma, da scarti e rifiuti, Susanna riesce a creare oggetti di design unici e sostenibili.

Unici come Perpetua, "l'unica matita al mondo realizzata con grafite al 100% riciclata e l'unica matita prodotta in Italia".



Dagli scarti di grafite a...Perpetua!


Da un contatto con un suo cliente, Susanna scopre un'azienda che si occupa di produrre elettrodi in grafite.

Durante il processo produttivo di tali elettrodi si ottengono tonnellate di polvere di grafite, considerate dal produttore come scarto da smaltire inevitabilmente in discarica, rappresentando dei costi importanti per l'azienda oltre che a provocare un evidente impatto ambientale.

Ma ecco un altro vantaggio della simbiosi industriale. Comprendendo la potenzialità dello scarto, Susanna decide di recuperare la polvere di grafite per realizzare, nel 2013, una matita unica: "Perpetua: la matita".

Perpetua è realizzata all'80% dalla polvere di grafite di scarto, non sporca chi la utilizza ed è priva del tradizionale collarino di metallo utilizzato per incollare la gomma sulla matita, che nel caso di Perpetua è un tutt'uno con la parte scrivente.


Il successo di Perpetua è tale da essere richiesta dai più importanti musei del design, dal Guggenheim di Bilbao fino al MoMA di New York.



Perpetua è quindi il risultato di un percorso di oltre 20 anni fatto di ricerca, studio e passione verso la sostenibilità e l'economia circolare.

La tenacia e la convinzione di Susanna Martucci e del suo team che filtrano da ogni nuovo progetto da loro creato non può lasciare indifferente chi ha intenzione di contribuire alla transizione dall'economia lineare ad un modello di sviluppo circolare.

Nonostante le difficoltà che possono presentarsi durante un simile percorso, la possibilità di prendere parte alla nascita di un'economia etica e collaborativa, che non danneggi l'ambiente e che favorisca, allo stesso tempo, la crescita economica delle aziende e dei territori, è sufficiente a motivare chi, con le proprie idee ambisca a diventare protagonista attivo del cambiamento.