Peccioli: ecco il fantastico borgo antico dalle idee innovative e sostenibili

Il Comune di Peccioli, situato in Provincia di Pisa, è un borgo che è stato in grado di combinare in modo armonioso storia, tradizione ed innovazione. I tanti progetti "green" del paese evidenziano l'impegno del comune di investire su un nuovo modello di sviluppo sostenibile.



Peccioli è un piccolo comune toscano (quasi 5000 abitanti) dal ricco patrimonio storico e culturale. Il borgo, tuttavia, non è rimasto ancorato al passato, ma, al contrario, è stato in grado di investire in progetti ed iniziative che guardano al futuro.

Oltre al grande patrimonio storico del paese, infatti, Peccioli ha saputo valorizzare ulteriormente il proprio territorio puntando sulla sostenibilità ambientale.


Ne è la dimostrazione Belvedere S.p.A., una società nata nel 1997 "su iniziativa del Comune di Peccioli, dalla necessità di mettere in sicurezza una discarica non gestita nella frazione di Legoli che raccoglieva i rifiuti di sei Comuni della zona.

La Belvedere S.p.A è una società per azioni a capitale misto pubblico-privato. Il Comune di Peccioli possiede il 63,8% delle azioni, il restante 36,2% è posseduto da circa 900 piccoli azionisti che partecipano attivamente alla vita dell’azienda e alla suddivisione degli utili.

Nel 1988 in una zona di Legoli, come in altre località della provincia, si era creata una discarica non gestita in cui confluivano rifiuti di sei comuni limitrofi, pertanto l’Amministrazione Comunale decise trasformare il problema in un’opportunità di sviluppo.

Il vecchio sito fu riorganizzato in una vera e propria attività industriale e messa a disposizione degli enti competenti per evitare situazioni di emergenza nello smaltimento dei rifiuti.

Nel corso degli anni si sono adottate delle tecnologie che hanno consentito di ricavare l’energia elettrica dal biogas rilasciato dal ciclo di decomposizione dei rifiuti; inoltre è possibile ricavare l'energia termica utilizzata per il teleriscaldamento per le abitazioni del paese di Legoli nonché per sostenere l'impianto di trattamento del percolato.

Oltre all’attività di smaltimento rifiuti si è affiancata quella del trattamento attraverso il nuovo Impianto di Trattamento Meccanico Biologico (T.M.B.)."


La società ha investito molto anche nelle fonti energetiche rinnovabili. "Nel 2006 è stato pensato di realizzare un impianto fotovoltaico da 1.000 Kwp denominato “Un ettaro di cielo” in località La Fila nel comune di Peccioli.

Vicino all’impianto “Un ettaro di cielo” sono stati realizzati anche degli orti produttivi offerti in comodato d’uso gratuito ai cittadini del Comune di Peccioli.

Compilando l’apposito modulo è possibile prenotare una visita guidata all’impianto fotovoltaico “Un ettaro di cielo”."


Inoltre, "sul crinale dell’impianto di Legoli è in funzione un impianto mini eolico per la produzione di energia, formato da 4 torri da 25 metri su cui sono montate altrettante pale, per una potenza nominale complessiva pari a 100 Kw."


"Dopo l’esperienza positiva dell’impianto fotovoltaico di Peccioli “Un ettaro di cielo”; nel 2011 si è realizzato nel Comune di Terricciola un secondo impianto fotovoltaico denominato “Un progetto solare”.

L’impianto costituito da circa 1.800 pannelli fotovoltaici policristallini ed un unico grande inverter produce oltre 450.000 KWh annui di energia elettrica complessivamente ceduta in rete."


Infine, "Il biogas, cioè il gas – del quale circa il 50% è metano - che si forma dal processo di degradazione della componente organica dei rifiuti, viene intercettato da più pozzi di aspirazione omogeneamente distribuiti su tutta l'area della discarica e utilizzato come combustibile dai quattro motori di cogenerazione Jenbacher, trasformandolo in energia elettrica."


All'interno dell'impianto di smaltimento e trattamento dei rifiuti nasce anche Triangolo Verde, ossia "un nuovo contenitore, uno spazio scenico, un luogo di incontro, un balcone affacciato sull'impianto di smaltimento e trattamento rifiuti. Il Triangolo Verde è la location di numerosi eventi fra i quali convegni e master ma anche discoteca."


Infine intorno al Triangolo Verde sono state realizzate delle imponenti sculture dal forte significato simbolico.



"L’idea che dal rifiuto possa nascere nuova vita è stata l’ispirazione dalla quale sono state create le quattro sculture in polistirene e poliuretano espanso, rivestite di fibre di cemento resistente agli agenti esterni che, nel corso degli anni, sono state collocate intorno al Triangolo Verde all’interno dell’impianto di smaltimento e trattamento rifiuti di Legoli.

Queste gigantesche sculture raffigurano figure umane: “Presenze” all’Impianto di smaltimento e trattamento, luogo non solo di distruzione ma occasione di rinascita."


La combinazione di storia, tradizione, cultura, arte, innovazione, tecnologia e sostenibilità si è rivelata una scelta vincente per Peccioli. Il borgo, infatti, oltre al fascino del suo patrimonio storico, può vantare un percorso di un'intero territorio in favore dello sviluppo sostenibile e della tutela dell'ambiente. Chapeau!


140 visualizzazioni
73299052_10218609522742816_5485869608722

Curiosi per Natura. Blog Informativo su green economy e sostenibilità.

Phy/uture è una visione. Guardare al futuro (future) nel rispetto della natura (dal greco Physis).

  • Phy/uture - Facebook
  • Phy/uture - Instagram
  • LinkedIn - Bianco Circle

© 2020 by Phy/uture

Proudly created by Ventura G.M.