Nasce in Islanda Orca: l'impianto cattura CO2 più grande al mondo

L'impianto Orca è in grado di catturare 4000 tonnellate di CO2 ogni anno, che corrispondono alle emissioni imputabili a 800 automobili nell'arco di 12 mesi.



L'impianto prende il nome dal termine islandese orka (che significa “energia”).

Il macchinario situato in Islanda, nei pressi della capitale Reykjavik, è stato realizzato dalla start-up svizzera Climeworks ed è in grado di catturare 4000 tonnellate di CO2 ogni anno, che corrispondono alle emissioni imputabili a 800 automobili nell'arco di 12 mesi.


Ma come funziona esattamente il processo di cattura della CO2?

Il procedimento, almeno dal punto di vista teorico, non è molto complesso. Dei ventilatori assorbono e catturano la CO2 presente nell'atmosfera, che viene successivamente riversata in un collettore, il quale, una volta riempito viene sigillato.

Una volta chiuso il collettore viene riscaldato al fine di rilasciare CO2 che viene poi miscelata con l'acqua.

La miscela ottenuta è spinta attraverso un condotto a oltre un km di profondità, dove subisce un processo di mineralizzazione, diventando roccia.

Il consumo energetico previsto per Orca è di circa 2mila kWh di calore e 650 kWh di elettricità per tonnellata di anidride carbonica catturata.

L'energia consumata per la cattura della CO2 è ottenuta esclusivamente da fonti rinnovabili.


Per rendere una simile tecnologia utilizzabile su vasta scala è necessario procedere con un abbattimento dei costi.

Infatti, ogni tonnellata di anidride carbonica sottoposta a questo trattamento costa tra i 600 e gli 800 dollari. L’obiettivo per il 2030 è scendere intorno ai 300 e poi ancora sotto i 150 in modo da renderlo un sistema vantaggioso ed efficiente.


E' bene precisare che si tratta di uno dei primi passi per la cattura di CO2 e, per questo motivo, i costi iniziali sono inevitabilmente elevatissimi.

Tuttavia, è evidente che in futuro, ci saranno maggiori investimenti su impianti simili, al fine di assorbire una quantità maggiore possibile di Co2, per contrastare il cambiamento climatico.